Viaggio su strada a Creta

Paesaggio di Lasithi

Spiagge esotiche e calette segrete; pianure fertili e antiche foreste; gole e burroni drammatici; antiche rovine e siti bizantini; villaggi pittoreschi e città vivaci e cosmopolite: copre un'area di 8.336 km2, Creta è un cosmo a sé stante: il tipo di posto in cui puoi andare a nuotare escursionismo e da giro turistico al bar hopping, nel giro di poche ore. E il modo migliore per assimilare tutto, al tuo ritmo, a tuo piacimento, è con a viaggio a Creta. Sembra attraente per l'esploratore che è in te?

Ecco alcuni suggerimenti e approfondimenti per aiutarti a pianificare il tuo viaggio a Creta.

L'isola più grande della Grecia e il quinto più grande nel mediterraneo è divisa in quattro prefetture: Chania, Rethymno, Heraklion E Lassithi: Ognuno vanta un carattere unico e molteplici attrazioni: se avessi abbastanza tempo da dedicare al viaggio, faresti bene a visitarli tutti. Se tuttavia, secondo la durata tipica di una vacanza, hai circa 10-15 giorni per il tuo viaggio a Creta, potresti anche scegliere di girovagare in due delle prefetture vicine. Il blog di questo mese ti condurrà attraverso (alcune delle) bellezze di Heraklion E Lassithi. 

Sia che tu arrivi a Aeroporto di Heraklion o al porto, puoi ritirare il tuo veicolo preferito Europeo CarsLa principale compagnia di autonoleggio di Creta con garanzia prezzi bassi, servizio clienti eccezionale e a vasta scelta di automobili– e inizia a esplorare.

Viaggio a Creta: da Heraklion a Lasithi

Dirigersi a sud, a circa 65 km da Città di Heraklion, in direzione Matala, il paradiso hippy, un tempo famoso, che rimane spettacolare, anche se turistico. Potete basarvi presso la vicina, panoramica Pitsidia, il villaggio più antico della zona e il luogo dove si stabilirono i soldati di Nikiforos Fokas, comandante dell'esercito bizantino, arrivati dall'Asia Minore. Sede di alcuni espatriati e nomadi digitali, Pitsidia sfoggia case splendidamente restaurate, gente decisamente amichevole e una scelta di buone taverne tradizionali.

Se vuoi evitare la folla, puoi nuotare Kommos, una spiaggia lunga e ampia, spettacolare, una delle più grandi e incontaminate del paese Creta, incorniciato da dune, con sabbia fine e soffice e alberi di tamarindo. Acque fresche e magnifici panorami a parte: i disabitati isole di Paximadia, IL Sphakianes Madares gamma e Monte Psiloritis, si dispiegano all'orizzonte- Kommos vanta una spiccata importanza archeologica: questa era la antico porto di Festo, abitato ininterrottamente fino all'epoca romana; mentre oggi i ruderi, tra cui un tempio, un pritaneo e un cortile con altari, sono visibili dalla spiaggia.

Gli avventurosi possono anche sfidare il spiaggia di sabbia rossa, 800 metri a sud di Matala. Per arrivarci è necessario percorrere un sentiero roccioso che inizia a nord dell'insediamento di Matala e attraversa la collina di Kastri; eppure i panorami e lo scenario, una volta arrivati lì, ti ricompenseranno: sabbia rossastra -come suggerisce il nome- rocce meravigliose, acque cristalline e color smeraldo e un bizzarro bar sulla spiaggia, che serve, presumibilmente, "il miglior Mohito del mondo".

Si può poi proseguire verso est, attraversando il magnifico piana di Messara che è stato coltivato fin dall'epoca minoica, verso Lasithi.

Il paesaggio aspro dell'isola richiede un'esplorazione con una jeep o un SUV. A condizione che tu sia dotato di un veicolo appropriato come a Kia Sportage potresti avventurarti nel Gola di Agio Farago, In Capo Akra Lithino, a circa 2 km a ovest del villaggio della costa meridionale Kaloi Limenes e 70 km a sud della capitale Heraklion.

Tieni presente che si tratta di una strada tortuosa, non asfaltata e molto sconnessa, e puoi guidare solo a passo d'uomo. Appena raggiunto il parcheggio potrete rinfrescarvi e rifocillarvi al piccolo chiosco: l'ultima stazione prima dell'Africa, che serve tra gli altri succhi di frutta appena spremuti, mojito e deliziosi falafel. Successivamente c'è una piccola gola, lunga 1,8 km, adatta ai principianti. Circondato da suggestive rocce e oleandri in fiore, il sentiero per lo più pianeggiante e abbastanza gestibile conduce a una splendida spiaggia con ciottoli fini e acque cristalline, che vanno dal turchese al blu malva. Sulla strada per la spiaggia incontrerai il piccolo chiesa di Sant'Antonio che risale al 13° secolo e Grotta di Goumenospilios. Chiamato giustamente il gola dei Santi, Agio Farago è uno dei centri più importanti di ascetismo in Grecia, con una storia che coincide con gli inizi del Ortodossia nel paese. In passato, gli eremiti che cercavano l'isolamento spirituale nelle grotte si incontravano una volta all'anno Resurrezione, nella grande grotta (Goumenospilios) vicino Chiesa di Sant'Antonio. Ognuno si sedeva tranquillamente su una delle 300 rocce nella grotta e si presumeva che quelli che non arrivavano fossero morti. Al giorno d'oggi, su Sant'Antonio Nel giorno dell'onomastico di gennaio, la gente del posto continua a riunirsi nella cappella, anche se questa congregazione è decisamente più gioviale in natura!

Le prossime tappe dell'itinerario di questo viaggio a Creta sono in direzione est verso Ierapetra a Lassithi.
Tertsa, l'ultimo villaggio di Prefettura di Heraklion, sulla costa sud-orientale, si trova in una valle fertile e verdeggiante con sorgenti d'acqua dolce. L'area vanta coltivazioni su larga scala di vari tipi di frutta e verdura, ma Terza produce anche le sue varietà esotiche, tra cui papaya, guava e frutto della passione. La spiaggia è piuttosto poco affollata e incontaminata, con spessa sabbia grigia e acque cristalline. È vasto e per lo più disorganizzato, con pochi lettini e ombrelloni di fronte a una manciata di taverne tradizionali.

Percorrere la costa per circa 5 chilometri in direzione est, per raggiungere Myrtos. Sebbene più cosmopolita del suo vicino sopra menzionato, questo località balneare su Ierapetra rimane caratteristico e affascinante; con una lunga spiaggia dalle acque limpide, azzurre e sempre calme e alcune strutture per sport acquatici. Anche alcune taverne sono buone, con cibo tradizionale fatto in casa e proprietari adorabili.

Dovresti comunque cercare un assaggio di Creta autentica, dirigiti a nord da Myrtos al bellissimo e storico villaggio di Christos (a circa 15 km di distanza) e l'adiacente Taverna Agia Paraskevi. A più di 550 metri sul livello del mare, nascosto in mezzo al foresta di Selakano, e circondato dall'imponente Montagna Dikti e platani secolari, questa taverna svolge il ruolo di piazza del paese. Fondata nel luogo in cui si trovava un'antica icona di Agia Paraskevi, il santo patrono degli occhi e della vista, l'omonima taverna è tanto il punto d'incontro dei locali quanto la destinazione dei buongustai esperti di tutto il mondo. Fattore panoramico a parte, il cibo qui è assolutamente autentico e decisamente delizioso; cucinato, vecchia scuola, nel forno a legna e preparato con ingredienti stagionali di provenienza locale. Anche i proprietari della taverna sono fantastici e desiderosi di mostrarti in giro. Se vi trovate lì durante una sessione dal vivo, vivrete un'esperienza che ricorderete per sempre.

Se hai più giorni, potresti continuare il tuo viaggio a Creta più a est verso Sitia fino allo splendido spiagge di Xerokambos, e poi torna a Heraklion, attraverso Agios Nikolaos E Elounda. In effetti quest'isola è piena di attrazioni iconiche e fuori dai sentieri battuti e ti fa venire voglia di tornare per sempre di più. Restate sintonizzati sul ns blog per ulteriori consigli e suggerimenti sul luogo magico che abbiamo la fortuna di chiamare casa.

CONDIVIDI QUESTO POST

NOLEGGIA LA TUA AUTO

Ottimi prezzi, nessun costo nascosto, paghi all'arrivo
Mezzi sociali
ultimi post
Categorie
Tag
IT
Torna in alto